Confindustria Livorno Massa Carrara
News
Sicurezza, Qualità e Ambiente
Login
Esci

Abrogazione SISTRI

 

Segnaliamo che è stata pubblicata nella G.U. 12/02/2019, n. 36, la legge di conversione del decreto 14 dicembre 2018, n. 135, recante "disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione" (cd. DL Semplificazioni), che all’art. 6 riporta le disposizioni in materia di SISTRI, come di seguito riportato.

La conversione in legge del decreto "Semplificazioni" ha confermato l'abrogazione del SISTRI e che gli adempimenti riguardanti la gestione dei rifiuti (tenuta dei registri di carico e scarico, formulario di trasporto, ecc..), sono quelli ordinari già disciplinati dal Codice dell'Ambiente, prima dell'istituzione del SISTRI.

La misura precisa anche che tali adempimenti potranno essere assolti in modalità telematica e, su tale ultimo punto, Confindustria partecipa ai tavoli di lavoro attivati presso il Ministero dell'Ambiente per definire tale modalità.

Nel processo di conversione è stato tuttavia in parte rivisto l'art. 6, attraverso la modifica del comma 3 e l'introduzione di ulteriori commi, i quali hanno ad oggetto elementi di dettaglio relativi all'istituzione di un Registro elettronico (come peraltro prevede la nuova Direttiva rifiuti che dovrà essere recepita entro il 2020) nel quale sono tenuti a iscriversi "gli enti e le imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti, i produttori di rifiuti pericolosi e gli enti e le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti pericolosi a titolo professionale o che operano in qualità di commercianti ed intermediari di rifiuti pericolosi, i Consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché, con riferimento ai rifiuti non pericolosi, i soggetti di cui all'articolo 189, comma 3, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152". La nuova norma, inoltre, prevede il pagamento di diritti di segreteria e di un contributo annuale a copertura dei costi di amministrazione del registro, da parte dei soggetti che si iscriveranno.  

L'operatività della norma è subordinata, tuttavia, all'adozione di un Decreto ministeriale, che dovrà definire "le modalità di organizzazione e funzionamento del Registro elettronico nazionale, le modalità di iscrizione dei soggetti obbligati e di coloro che intendano volontariamente aderirvi, nonché gli adempimenti cui i medesimi sono tenuti, secondo criteri di gradualità per la progressiva partecipazione di tutti gli operatori".

Rispetto alla nuova formulazione della norma, Confindustria ha ribadito la necessità che i lavori per la redazione del Decreto Ministeriale vengano condotti, fin da subito, con il coinvolgimento attivo delle organizzazioni imprenditoriali e che il nuovo sistema venga reso operativo solo dopo un'adeguata sperimentazione e secondo un principio di gradualità degli adempimenti in relazione al quantitativo e alla tipologia dei rifiuti prodotti e gestiti.

Sarà nostra cura tenervi informati e coinvolgervi sui lavori, che proseguiranno per quanto riguarda la digitalizzazione dei registri e formulari, nonché sull'avvio dei lavori per l'istituzione del Registro elettronico.

Fonte: Confindustria Nazionale


Argomenti
Condividi

Altri articoli di Sicurezza, Qualità e Ambiente

News Correlate

Eventi Correlati

Scopri anche...

Aziende che si occupano di

Rifiuti

    
Confindustria

CONFINDUSTRIA
LIVORNO
MASSA CARRARA
Via Roma, 54
57126 Livorno

Network di Sistema

Ance Massa
Disponibile su:
UP